Entra in vigore il nuovo Regolamento Nazionale

E’ disponibile il Regolamento nazionale, modificato dal Consiglio Direttivo Nazionale nella seduta del 28 maggio 2016, tenute conto delle indicazioni pervenute dalle Sezioni e del parere della specifica commissione.

Le modifiche al regolamento riguardano gli articoli 8, 8 bis e 8 ter e si possono così sintetizzare (testo estratto dalla relazione morale 2016 del Presidente Favero):

– quanti non siano in possesso dei requisiti di cui all’art. 4 dello Statuto vengono iscritti in apposito albo nazionale come “aggregati” o come “amici degli alpini”. Come si vede non avranno la qualifica di socio e sono divisi in due categorie quella di “aggregati” che comprende tutti coloro che facendo richiesta saranno accettati e quella di “amici degli alpini” che diventeranno tali dopo almeno due anni di iscrizione come “aggregati” su specifica richiesta di due soci ordinari controfirmata dal Capogruppo e poi valutata dal Cds previo parere della Giunta di scrutinio.

– gli “aggregati” sono tenuti al rispetto dello Statuto, del Regolamento nazionale e del regolamento sezionale, a pagare la quota associativa determinata dalla Sezione che sarà uguale a quella degli “amici degli alpini”. La iscrizione può essere revocata in qualsiasi momento senza particolari formalità. Hanno diritto di ricevere L’Alpino e le pubblicazioni sezionali e di Gruppo. Non possono portare il cappello alpino e sfilare alle manifestazioni di Gruppo, sezionali e nazionali, rimanendo la loro attività limitata all’ambito sezionale.

– Gli “amici degli alpini” hanno gli stessi diritti e doveri degli “aggregati” con in più il diritto di frequentare le sedi dell’Associazione Nazionale Alpini e partecipare alle attività associative. Hanno inoltre il diritto di fregiarsi del copricapo e degli altri segni appositamente previsti, e di sfilare alle manifestazioni nazionali, sezionali e di Gruppo, inquadrati in un unico blocco delle rispettive Sezioni e Gruppi.

Il copricapo previsto e che gli “amici degli alpini” dovranno indossare segnatamente quando sono inquadrati e sfilano è di tipo “simile alla norvegese” con un fregio raffigurante un’aquila nera che sostiene il logo dell’Ana.

Regolamento nazionale al 28/05/2016 file-pdf

Non era più possibile e nemmeno corretto, nel rispetto delle tante istanze pro e contro, procrastinare ancora una decisione sul ruolo di chi da anni sta compiendo con noi un percorso comune condividendo i valori e gli ideali che ci identificano. Si chiude così un dibattito aperto anni fa tenendo in considerazione le varie posizioni e l’orientamento largamente maggioritario emerso nei molteplici incontri e confronti a tutti i livelli associativi.

Non si è voluto giustamente modificare il nostro Statuto né per le problematiche delle nostre Sezioni estere né per un corretto inquadramento degli “aggregati” e degli “amici degli alpini”, intervenendo per le prime con delibera esplicativa del Cdn e per i secondi con l’aggiustamento degli artt. 8, 8 bis e 8 ter, togliendo nella dicitura la qualifica di socio che rimane esclusivamente riservato ai soci ordinari previsti dall’art. 4 dello Statuto.

Credo che la decisione presa sia tale da fare chiarezza e mettere un punto fermo per molti anni, questo, confortati anche dai dati dell’andamento delle iscrizioni degli ultimi anni.

Fonte ana.it

Se ti piace condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *