Sisma: i progetti ANA per le zone colpite

Il presidente Sebastiano Favero ha scritto ai presidenti delle Sezioni ANA aggiornandoli sui progetti di intervento che l’Associazione sta mettendo a punto dopo il terremoto in Centro Italia.

Sisma: i progetti Ana in Italia Centrale

Argomento: Sisma Centro Italia 2016

“Caro Presidente,
voglio aggiornarti, con la presente, in merito ai progetti di intervento nell’aree del Centro Italia colpite dal sisma del 24 agosto. Dal punto di vista associativo in tali aree sono coinvolte tre delle nostre Sezioni e precisamente: Sezione Abruzzi (Amatrice), Sezione Roma (Accumoli), Sezione Marche (Arquata del Tronto). Dai primi contatti avuti con le rispettive amministrazioni comunali sono emerse alcune interessanti indicazioni per possibili nostri interventi attuabili con i criteri che hanno già caratterizzato i nostri recenti impegni in Abruzzo e in Emilia Romagna.
Si ipotizza infatti di poter realizzare due centri polifunzionali, rispettivamente nei Comuni di Amatrice e di Accumoli, mentre per Arquata del Tronto l’orientamento è per una piccola palestra a supporto delle scuole che verranno realizzate dopo la fase dell’emergenza e possibilmente anche un intervento di sistemazione del palazzetto dello sport che ha manifestato danni a seguito del terremoto.
Per tutti questi progetti valgono le peculiarità che hanno sempre caratterizzato i nostri interventi ossia: opera durevole, realizzazione a cura della sola Associazione (anche se con il contributo dato da enti o soggetti esterni all’ANA), apporto di mano d’opera a cura anche dei nostri volontari.
Naturalmente gli interventi saranno effettuati con una certa gradualità in quanto legati anche alle somme che riusciremo a raccogliere.
Ho voluto anticiparti quanto sopra, che tra l’altro è stato presentato in occasione del recente CDN del 17 settembre, per forniti alcuni elementi concreti a supporto delle iniziative che come Sezione intenderete attuare per la raccolta dei fondi.
Grato per l’impegno che tu ed i tuoi alpini vorrete profondere per l’attuazione dei nostri progetti, colgo l’occasione per salutarti cordialmente.
Con affetto,
Sebastiano Favero”

Se ti piace condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *