Cambio del comandante al 4° Alpini paracadutisti

Il passaggio della bandiera di guerra
Il passaggio della bandiera di guerra
Si è svolta il 23 settembre nella caserma “G. Duca”, la cerimonia di cambio del comandante del 4° reggimento alpini paracadutisti “Ranger”: il colonnello Salvatore Radizza, ha ceduto il comando al colonnello Alessio Cavicchioli.

Alla cerimonia era presente il comandante del Comando Forze Speciali dell’Esercito, gen. B. Stefano Mannino e le principali autorità civili e militari della città ducale. Il col. Radizza ha lasciato l’incarico dopo tre anni di intensa attività che hanno visto i parà alpini impegnati sul territorio nazionale in particolare nell’addestramento legato al comparto Operazioni Speciali di cui l’unità fa parte, e all’estero nei principali teatri operativi o in importanti esercitazioni bilaterali, specialmente nell’ambito della cooperazione con il 75° reggimento “Rangers” statunitense.

Il col. Cavicchioli è nato a Piacenza nel 1969 ed ha frequentato il 170° corso dell’Accademia Militare di Modena. La sua prima assegnazione come ufficiale è stata proprio presso l’allora Compagnia alpini paracadutisti “Monte Cervino”. Nel periodo antecedente alla designazione quale 6° comandante del reggimento con sede a Verona, ha conseguito il master in Strategia globale e sicurezza presso l’Università della Sapienza-Istituto Alti Studi della Difesa.

Ricordiamo che il 4° Alpini paracadutisti si caratterizza per gli elevatissimi standard di preparazione dei propri operatori, con particolare riferimento alla capacità di vivere, muovere e combattere in ambiente artico e di alta montagna.

Se ti piace condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *