Consegnato al fratello il piastrino di Gaudenzio Ghiglino

Durante la Santa Messa delle ore 10.00 il cittadino di Mornese Giorgio Ghiglino ha ricevuto la piastrina del fratello Gaudenzio Ghiglino, alpino disperso in Russia durante la seconda guerra mondiale. E’ stato senz’altro un momento di commozione, ricordo e rievocazione l’appuntamento in programma oggi domenica 5 marzo nella Chiesa di San Domenico ad Ovada……

Leggi il seguito

6 anni fa il Ten. Massimo Ranzani cadeva in Afghanistan

Il 28 febbraio 2011, nei pressi di Shindand, un esplosione investiva un Lince, provocando la morte del Ten. Massimo Ranzani e il ferimento di altri quattro militari del 5° reggimento alpini. Massimo Ranzani era a bordo di quel Lince. Paradossalmente è stato ucciso di ritorno da una missione “MEDCAP”. Una missione di assistenza medica alla popolazione civile in collaborazione con le autorità afghane. Massimo era un alpino dallo sguardo sorridente ed è stato colpito dopo aver distribuito vestiti…….

Leggi il seguito

Matteo Miotto a 6 anni dalla morte in Afghanistan

Il 31 dicembre del 2010 il Caporal Maggiore degli Alpini Matteo Miotto di Thiene (VI) rimaneva ucciso in uno scontro a fuoco presso l’avamposto “Snow” nella Valle del Gulistan, provincia di Farah in Afghanistan. In occasione del sesto anniversario della morte di Matteo Miotto, il padre, Franco Miotto, solitamente poco incline a parlare pubblicamente, affida ad un post sul suo profilo Facebook queste toccanti parole, sgorgate dal cuore ferito di un padre che ha perso il suo ragazzo di soli 24 anni……….

Leggi il seguito

Don Secondo Pollo la memoria del suo sacrificio

Settantacinque anni orsono moriva il Beato Don Secondo Pollo, Cappellano Militare degli Alpini. La Chiesa lo ricorda il 4 gennaio, giorno del suo battesimo. Ma è oggi 26 dicembre, giorno di Santo Stefano, che il pensiero corre alla morte eroica di Don Secondo Pollo. Il gesto estremo di una vita protesa a recare soccorso e conforto ad un giovane Alpino, che muore colpito dal fuoco nemico………

Leggi il seguito

Selenyj Jar il quadrivio maledetto

Selenyj Jar il quadrivio maledetto è l’episodio più alto di eroismo puro e disinteressato. Gli alpini lo hanno saputo scrivere nel tragico libro della Campagna di Russia. Già dal 14 gennaio 1943 iniziò il dramma. Infatti una moltitudine di uomini e di carri armati russi oltrepassarono il Don per iniziare una gigantesca manovra a tenaglia. L’intento era eliminare tutte le forze avversarie schierate sul Don, impegnando la “Cuneense” e la “Julia” in sanguinosissimi scontri……….

Leggi il seguito