STORIA DEL GRUPPO

I tre capi gruppo da sx a dx Patrone, Alberani e Giusto
I tre capi gruppo da sx a dx Patrone, Alberani e Giusto
Il Gruppo Alpini Cogoleto si è costituito su iniziativa di Tomaso Giusto “Maxian”. La data è quella del 1° dicembre 1962 e la sede in Cogoleto, in via Lungomare Bianchi.

La storia del gruppo alpini di Cogoleto inizia nel 1962. Nei primi anni di attività, i componenti del Gruppo si aggiravano sulle 50 unità fino a toccare le 76 unità nel 2008. Il numero attuale dei soci è di 55, con una diminuzione degli ultimi anni. La causa è stata la ricostituzione del Gruppo Alpini di Arenzano dove sono confluiti una parte dei soci.

Il primo Capo Gruppo è stato il fondatore Tomaso GIUSTO “Maxian”, dalla costituzione fino al 1970. Il secondo Bernardo PATRONE “Nadino” in carica dal 1970 al 1997. Il terzo è l’attuale Capo Gruppo Alfredo ALBERANI eletto nel 1997.

La sede

La sede attuale, i cui locali sono stati concessi dal Comune al Gruppo Alpini di Cogoleto, è sita in Via San Rocco 49, nella frazione di Pratozanino, è stata inaugurata il 19 ottobre 1991 ed è intitolata al socio deceduto Giacomo TARIGO, Alpino del “Pieve di Teco” e benefattore del Gruppo.

Cappelletta degli alpini

Costruita dagli Alpini, in base al progetto del Socio Alpino Artigliere da Montagna Mario GIUSTO, sulle pendici del massiccio del Monte Beigua, poco lontano da Prato Rotondo e vicina alla Link “Casa della Miniera” a poco più di mille metri d’altezza sul livello del mare. E’ una Cappella Votiva edificata sopra uno sperone roccioso dal quale si può ammirare un panorama meraviglioso sul Mar Ligure, su Genova e sulle due riviere, di ponente e di levante. L’inaugurazione è avvenuta il 16 luglio 1978 e ogni anno, come tradizione, alla terza domenica di luglio vi viene celebrata la messa per la Link Festa del Gruppo.

Il logo ufficiale del Gruppo
Il logo ufficiale del Gruppo
Monumento ai caduti

Cippo alla memoria dei “Caduti Cogoletesi della II Guerra Mondiale”. E’ stato costruito dagli Alpini del Gruppo di Cogoleto nel Parco della Rimembranza, presso il cimitero. L’inaugurazione è avvenuta il 4 novembre 1992.

Casa della miniera

La Casa propriamente detta, era completamente abbandonata e ridotta a poco più di un cumulo di macerie. Era anche usata dal Gruppo Alpini di Cogoleto come sede della festa annuale. Nel 2000 la Comunità Montana Argentea decide, previo accordi con i proprietari, di recuperarla ristrutturandola. A tale scopo contatta il Capo Gruppo Alfredo ALBERANI e chiede la collaborazione del Gruppo Alpini di Cogoleto. Il Gruppo accetta con entusiasmo ricevendo in cambio la gestione dell’immobile. La struttura è composta da due parti, una sempre aperta come riparo per chiunque ne abbia bisogno. L’altra chiusa e ad uso del Gruppo Alpini di Cogoleto. L’inaugurazione è avvenuta il 19 luglio 2004 in occasione della tradizionale Link Festa del Gruppo.

Edicola votiva

Posizionata lungo il percorso dell’Alta Via dei Monti Liguri presso la Link “Casa della Miniera”. Struttura lignea con Crocifisso in ottone costruita dagli Alpini di Cogoleto. E’ stata fortemente voluta dal Capo Gruppo Alfredo ALBERANI e dall’Alpino Francesco DELFINO “Cecchin” andato avanti. L’inaugurazione e la benedizione sono avvenute in concomitanza con l’inaugurazione della “Casa della Miniera”

Strada

Cogoleto ha una strada dedicata agli Alpini, si chiama “Via Alpini d’Italia” ed è in Loc. Schivà nella frazione di Sciarborasca.

Se ti piace condividi su: